CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Iscriviti alla NEWSLETTER

Alla ricerca delle sementi perdute: il doc-web di radio RFI

1031 rfi sementi

Radio France International ha recentemente diffuso il web-documentario “A la recherche des semences perdues (prodotto da Formicablu) sul valore della diversità delle sementi e sul tema della protezione delle risorse genetiche locali, tema a cuore degli interventi di ACRA a favore della sicurezza a e sovranità alimentare.
Il servizio di RFI parte dall’assunto che in diverse parti del mondo dei “movimenti contadini” nascono e si organizzano in rete per opporsi all’agribusiness, alla diffusione degli OGM in agricoltura e per difendere un modello agricolo alternativo e sostenibile. Simbolo di questa lotta sono i semi, custodi della biodiversità, liberi e scambiabili, sciolti dal diritto di proprietà.

 
 

Il canale online di RFI offre all’utente il piacere di scoprire e di ascoltare le storie e le testimonianze degli agricoltori di diversi paesi (Francia, Senegal, Etiopia, Iran e Indonesia) impegnati nella salvaguardia della biodiversità coltivata.


Da parte nostra, siamo orgogliosi che l’impegno di ACRA a favore dell’applicazione del Trattato Internazionale sulle risorse fitogenetiche per l’alimentazione e l’agricoltura (TIRPAA) sia stato oggetto di attenzione da parte di un media internazionale come RFI.
ACRA infatti è impegnata da anni sul fronte della sovranità alimentare e della preservazione della biodiversità agricola. Attraverso specifici interventi si è mobilitata per difendere i diritti dei piccoli agricoltori che lottano per l’applicazione di una legislazione in materia di sementi che riconosca ai contadini la facoltà di vendere o scambiare semi delle varietà di conservazione.
La sfida per molti contadini del Nord e del Sud del mondo è quella di continuare ad utilizzare le proprie sementi e non doversi rivolgere alle multinazionali che detengono il 90% del mercato mondiale delle sementi.

1031 rfi sementi 21031 rfi sementi 31031 rfi sementi 4

In Africa occidentale, per esempio, il 70% della produzione agricola deriva da appezzamenti agricoli su scala famigliare.
La Fiera delle Sementi di Djimini (raccontata nel doc-web web di RFI) che si svolge ogni 2-3 anni in Senegal, diviene ogni volta un crocevia di incontri di scambi tra agricoltori provenienti da zone diverse, ricercatori e studiosi e rappresentanti di ONG impegnate a valorizzare i territori rurali. La Fiera è l’occasione per i piccoli agricoltori di scambiare liberamente i propri semi facendoli conoscere agli altri, valorizzando la biodiversità agricola locale e difendendo quindi un pensiero inverso all’omologazione portata avanti dalle multinazionali del seme.
Anche gli agricoltori dell’Africa Occidentale riuniti nella Fiera di Djimini rivendicano una legislazione che riconosca loro il diritto alla gestione diretta delle varietà locali e denunciano la pratica delle certificazione delle sementi che si ispira alla legislazione europea non compatibile con la realtà rurale africana. Scopo degli agricoltori coinvolti in questo impegno è l’applicazione effettiva del Trattato Internazionale sulle risorse fitogenetiche per l’alimentazione e l’agricoltura (TIRPAA), vale a dire il principale passo per la difesa della sovranità alimentare della regione. Il Mali per esempio ha ratificato il Trattato nel 2005, il Senegal e la Costa d’Avorio nel 2006.


Il web-documentario «A la recherche des semences perdues» è in gara per il «Prix du public» al Swiss Web Festival di Losanna dall’11 al 13 ottobre 2016.

 


segui il doc-web sul canale RFI - senegal