CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Iscriviti alla NEWSLETTER

la testimonianza di Monica Savaresi

Responsabile Produzione Zelig - Bananas

logo campagna mozambico

 

monica savaresi

 

 

 

 

 

Non è il primo viaggio in Africa che compio con ACRA, ma devo dire che negli anni si è fatta via, via più forte la condivisione di obiettivi e di principi etici fondanti, aspetto questo che mi porta a impegnarmi in prima persona al loro fianco e che rende ogni viaggio con questa organizzazione un percorso speciale...

Quest’anno siamo partiti alla volta del Mozambico con l’obiettivo in particolare di conoscere un grande progetto di sanitation su cui l’organizzazione si sta impegnando. (...) Durante il viaggio abbiamo visitato le scuole in cui Acra ha costruito le latrine, e altre scuole in cui soddisfare i propri bisogni naturali in modo adeguato è ancora una chimera. Sembra paradossale che esistano luoghi nel mondo in cui l’accesso ad acqua potabile e servizi igienici non sono ancora diritti garantiti, eppure è così e l’impegno dell’organizzazione va proprio in questa direzione: permettere ai bambini e alle bambine di avere a disposizione bagni puliti e sicuri e ridurre in questo modo le cause principali di malattie e mortalità infantile.

Gli operatori di Acra mi hanno portato a conoscere anche Naiss, la start up che, grazie al loro sostegno, oggi produce latrine vendute a rate e senza interessi alle famiglie povere dei distretti periferici. Ci siamo avventurati poi nei mercati dove animatori locali di ACRA, attraverso sessioni di Teatro dell’Oppresso, promuovono la sensibilizzazione e l’alfabetizzazione delle fasce più deboli in tema di WASH (Water Sanitation and Hygene), abbiamo incontrato responsabili dei dispensari medici dove la presenza di servizi igienici adeguati è un’urgenza per la salute dei pazienti.

savaresi staff

Monica Savaresi con lo staff di progetto

Ho capito, attraverso incontri e visite che per Acra l’impegno affinché le popolazioni possano avere accesso a delle condizioni sanitarie adeguate è diventato più di una missione. E per me è stato importante e significativo, ancora una volta, confrontarmi con chi vive quotidianamente la scommessa della cooperazione e dello sviluppo. Una Cooperazione che si concretizza anche in sostegno ai progetti di uomini e donne brillanti, intraprendenti e intelligenti che hanno capito che è possibile un business attento ai bisogni di chi necessita di mezzi e risorse per costruirsi un futuro migliore.
Io osservo interessata e curiosa un sistema che mi sembra l’avanguardia della solidarietà intelligente. Ci vorrebbe tempo ancora, per capire, ma è già finita la nostra settimana... Riparto con un infinito senso di gratitudine per aver avuto la possibilità di vivere questa esperienza.
Sul volo di rientro penso a quante facce diverse abbia questo immenso e meraviglioso continente, che ogni volta mi regala riflessioni profonde...
Ora, a casa, il compito più grande: quello di trasformare tutto ciò che abbiamo vissuto in sostegno concreto.

 

Monica Savaresi