CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Iscriviti alla NEWSLETTER

hungry for rights

 

icona cibomercatoFame di diritti. Apprendimento globale da Soluzioni locali nei Sistemi agro-alimentari Alternativi

 

DOVE

Cipro, Francia, Italia,
Lituania, Regno Unito, Senegal


DURATA

Dal 1 gennaio 2013 al 31 dicembre 2015

 

 

CONTESTO

L'azione vuole contribuire a rafforzare una diffusa consapevolezza su alcune tematiche chiave dello sviluppo, a partire da una riflessione sui sistemi agro-alimentari alternativi (Alternative Food Systems - AFS) intesi come soluzioni locali dal basso per contrastare la fame e al tempo stesso promuovere la coesione sociale.
Gli AFS, reti comunitarie caratterizzate da una pronunciata prossimità territoriale e da un'organizzazione sociale orientata alla condivisione, rappresentano un'importante testimonianza di nuove dinamiche di sviluppo socioeconomico. All'interno dell'agenda mondiale per la sicurezza alimentare, questi modelli costituiscono un'alternativa credibile di fronte alle difficoltà nate dalla globalizzazione commerciale.

itacat logo

Scopri il sito dedicato al progetto


 

OBIETTIVI

Realizzare le condizioni per l'apprendimento reciproco, la comprensione critica e l'impegno attivo degli attori chiave sui sistemi agroalimentari a base comunitaria.


 

ATTIVITà

  • Coinvolgimento degli attori chiave e assessement delle loro competenze e buone pratiche;
  • Formazione e tutoring dei facilitatori coinvolti;
  • Realizzazione di strumenti web per la condivisione e diffusione dei risultati;
  • Visite di scambio a livello europeo;
  • Gruppi di lavoro multi-attoriali;
  • Scambi di pratiche Nord-Sud;
  • Definizione dei Food Council in ogni territorio e della loro agenda;
  • Facilitazione dei gruppi giovanili;
  • Partecipazione e realizzazione di eventi a livello nazionale e internazionale.

 

IMPATTO

Beneficiari diretti:

  • 350 piccoli agricoltori e produttori agroalimentari in area peri-urbana;
  • 350 rappresentanti di gruppi d'acquisto eticamente orientati;
  • 4.000 volontari "agenti del cambiamento";
  • 750 rappresentanti di organizzazioni non governative e della società civile;
  • 150 tecnici e amministratori pubblici;
  • 100 rappresentanti di organizzazioni di migranti.

Beneficiari indiretti:
Piccoli agricoltori, gruppi di consumatori, organizzazioni del privato sociale, organizzazioni di migranti, autorità pubbliche locali e regionali e più in generale tutta la cittadinanza europea raggiunta dagli eventi.

 


 

SOSTENIBILITà

Il progetto intende sostenere la nascita di piattaforme di apprendimento e condivisione sulle problematiche dei sistemi locali di produzione, distribuzione e consumo di cibo. Il processo di apprendimento sarà fin dalle prime fasi basato sull'impegno già profuso dagli attori coinvolti nel settore, mirando a fornire strumenti appropriati all'ampliamento non solo delle conoscenze ma anche dell'efficacia dell'azione di advocacy già attiva nei territori identificati. Le caratteristiche degli attori selezionati, insieme ad un approccio volto a facilitare una forte appropriazione del processo, sono elementi che puntano a favorire la sostenibilità di tali piattaforme, garantendo la continuità dei processi di apprendimento e condivisione.


 

IL PROGETTO IN SINTESI

Valore complessivo:
1.217.558 €

 

Finanziatore principale:


ue   Commissione Europea

Partner:

Mani Tese
Fondazione Legambiente Innovazione
Réseau International Urgenci
Friends of the Earth - Cyprus
Scottish Crofting Federation
Baltic Environmental Forum - Lithuania
Federation des ONG du Senegal – FONGS

 

 

oltre al progetto


>>> Intervista a Michel Pimbert, sul portale Con Stile (LegAmbiente)

>>> Il progetto "Hungry for rights" partecipa all'Isola che c'é!

>>> Food People Festival, il cibo raccontato da Expo dei Popoli

>>> Expo, agricoltura e salute in Brianza, un incontro a Cavenago

>>> Una "scuola speciale" per costruire un nuovo sistema alimentare

>>> La Guida Oro "I Vini di Veronelli" per il progetto Hungry for Rights

>>> Monza EcoFest: i vini di Veronelli per Hungry for Rights

>>> La settimana dell'economia solidale ad Agrate Brianza

>>> Due incontri per parlare di cibo giusto a Pavia

>>> Hungry for Rights, meeting internazionale a Dakar dal 27 al 30 aprile 2015

>>> 24-25 ottobre 2015: International meeting a Monza

>>> Food up! We are Hungry for Rights!