CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Iscriviti alla NEWSLETTER

Presentazione di Opes Impact Fund alla Fondazione Cariplo

opes fund28 gennaio 2013. Centro Congressi Fondazione Cariplo. Via Romagnosi 8, Milano. Ore 9


Trovare soluzioni sostenibili contro la povertà: questa è la sfida lanciata da Fondazione Opes, il primo veicolo italiano di impact investing destinato a supportare imprese sociali che rispondono alle esigenze della popolazione alla base della piramide.

La fondazione verrà presentata con una conferenza internazionale organizzata insieme alla Fondazione Cariplo al Centro Congressi della Fondazione Cariplo, il 28 gennaio 2013.

Moderata dal giornalista Gad Lerner, la conferenza "Disruptive thinkers: shaping solutions for poverty alleviation. The case of impact investing for social enterprises" si pregia della partecipazione dei più importanti protagonisti del social business mondiale, da Jack Sim, presidente della Word Toilet Organization, a Tone Rosingholm, di J.P. MorganSocial Finance, e Maximilian Martin, di Impact Economy.

Fondazione Opes nasce da quattro realtà complementari della società civile e della microfinanza (Acra, Fem S3, Altromercato e Microventures) che si sono strette intorno un obiettivo ambizioso, creare il primo veicolo italiano di impact investing capace di investire in settori critici dello sviluppo: salute, accesso all'acqua e a servizi igienici di base, gestione dei rifiuti, energia, educazione e fair trade.

"In un momento di crisi e di sfiducia, noi puntiamo sulla finanza virtuosa - ha dichiarato Elena Casolari, presidente di Fondazione Opes - La fondazione gestirà risorse a dono che verranno incanalate nelle imprese sociali con prestiti e partecipazione nel capitale. I primi investimenti di Opes saranno in Asia e in Africa orientale, con uffici in India e Uganda, ma l'intenzione è anche quella di intervenire in Italia in un prossimo futuro".

 “Si tratta di un’iniziativa altamente innovativa – ha detto il presidente di Fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti – che crea un ponte tra finanza virtuosa e filantropia. Fondazione Cariplo si riconosce nel ruolo di incubatore di idee e progettualità che, come in questo caso, permettono di coniugare istanze ed esigenze diverse e di mettere in connessione persone, mondi e organizzazioni che fino a poco tempo fa sembravano molto distanti”.


 

Il ruolo di Fondazione Cariplo

Fondazione Cariplo, insieme ad altre fondazioni private, ha sostenuto la nascita di Fondazione Opes. Se da un lato questo intervento si è sviluppato nel tradizionale ambito dell'attività filantropica della Fondazione, d'altro canto va ricordato che Cariplo mostra da tempo grande attenzione nei confronti di questi temi anche sul fronte della gestione del proprio patrimonio, ispirata alla responsabilità sociale e coerente con l'attività di grant maker. Uno esempio su tutti sono i Mission Connected investments: 510 milioni di euro di patrimonio che la fondazione ha deciso di investire prefiggendosi non solo un ritorno finanziario, ma anche sociale. Per Opes, il contributo di Fondazione Cariplo è stato di un milione di euro.


 

I promotori istituzionali di Opes Impact Fund

ACRA

Ong costituita nel 1968 e attiva prevalentemente in Africa e America Latina, specializzata nei settori dell'accesso all'acqua, della sovranità alimentare, della gestione delle risorse naturali, dello sviluppo economico e dell'educazione. Presente in 15 paesi e con un personale di circa 400 persone, una rete di partner e attori strategici nel settore dell'impresa sociale a livello mondiale, ha un team dedicato che si occupa di micro finanza e impresa sociale. Da associazione di cooperazione rurale, ACRA, diviene fondazione di partecipazione nel 2011. Dal 2012, con la fusione con la onlus CCS di Genova, diviene Fondazione ACRA-CCS.

Fondazione Fem Onlus

La Fondazione Fem è attiva dal 2006 nei settori del social business e delle soluzioni di impresa per il cambiamento sociale. Lavora in rete con numerose organizzazioni locali e si avvale della collaborazione di partner specializzati per sviluppare, testare e diffondere modelli di business sostenibili e replicabili che possano offrire soluzioni di alta qualità a un prezzo ragionevole per la popolazione alla base della piramide. Ha una sede in India e una rappresentanza a Lima e a Londra.

MicroVentures

L'iniziativa MicroVentures - nata nel 2006 in Italia come intermediario specializzato nell'investimento in Istituzioni di MicroFinanza (IMF) – è stata promossa da un gruppo di attori con specifica esperienza nei settori del venture capital sociale e della cooperazione economica con i Paesi Emergenti, sostenuti da un pool di istituzioni finanziarie, fondazioni private e investitori individuali. Oggi MicroVentures è un network internazionale di diverse entità, che complessivamente forniscono risorse finanziarie a circa 30 IMF, sia attraverso investimenti nel capitale di rischio (per i quali si sono stanziati eur 33 Mln) che con l'erogazione di finanziamenti (circa eur 22 Mln a giugno 2012).

Consorzio Altromercato

Il Consorzio Ctm Altromercato, nato nel 1998 per trasformazione della Cooperativa Ctm, è la più grande realtà europea di commercio equo e solidale e la seconda in Europa. E' formato da 120 soci "Botteghe del Mondo" che operano su tutto il territorio nazionale distribuendo i prodotti del commercio equo e solidale e promuovendo la cultura ad esso collegata. Ha relazioni di partenariato e di cooperazione con oltre 150 gruppi di produttori in oltre 50 paesi del mondo (Italia inclusa). Sviluppa un fatturato complessivo di oltre 80 Mln di € al dettaglio ed è presente come marchio nei principali canali della distribuzione organizzata.