CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Iscriviti alla NEWSLETTER

Rimesse per lo sviluppo

ico educazione internaattività in italiaRIMESSE PER LO SVILUPPO, ECUADOR

 

 

DOVE

Ecuador
Provincie Province di Azuay e Cañar

Italia
Lombardia, Liguria, Piemonte

 

DURATA

Dal 1 febbraio 2011 al 31 luglio 2013.

 

CONTESTO

In un contesto multiculturale globale caratterizzato da fenomeni migratori, sempre più si rende necessaria l'opportunità di rendere i cittadini migranti protagonisti dello sviluppo dei loro territori d'origine. Attivando dinamiche di cosviluppo, il progetto intende focalizzarsi sulla comunità ecuadoriana presente sul territorio italiano e creare reti di collegamento con azioni di sviluppo locale nelle province di Azuay e Cañar in Ecuador. In particolare verrà rafforzato e potenziato il trasferimento delle rimesse dei migranti e verranno promosse modalità di investimento di tali risorse nella realizzazione e riabilitazione di opere infrastrutturali idriche.


 

OBIETTIVI

Costruire un meccanismo di cooperazione tra comunità di migranti, istituzioni, entità finanziarie e attori locali in Ecuador che:

  • rafforzi le associazioni di migranti ecuadoriani in Lombardia, Liguria e Piemonte per renderle capaci di promuovere dinamiche di cosviluppo verso il proprio paese di origine;
  • sviluppi e renda più efficiente il sistema finanziario di trasferimento delle rimesse dei migranti verso l'Ecuador;
  • valorizzi tali rimesse canalizzandole verso investimenti in azioni di sviluppo territoriale delle comunità rurali in Ecuador.

 

attività

In Italia:

  • Elaborazione di una banca dati sulla provenienza dei migranti ecuadoriani e sul loro associazionismo.
  • Attivazione di corsi di formazione per la gestione e implementazione delle associazioni e loro messa in rete.
  • Ideazione di una campagna di sensibilizzazione sulle problematiche dello sviluppo e cosviluppo e realizzazione di un corso di comunicazione rivolto in particolare ai giovani che desiderano approfondire la conoscenza dei media.
  • Realizzazione di un evento territoriale, quale prima occasione di apertura alla cittadinanza per la diffusione delle pratiche avviate in tema di co-sviluppo.
  • Verrà avviato un percorso di capacity-building in Small Business e Responsabilità Sociale d'Impresa rivolto a quei migranti che già hanno avviato delle piccole attività micro-imprenditoriali o che desiderano avviarne una.
  • Rafforzamento della partnership tra Jardin Azuayo e istituzioni finanziarie in Italia per migliorare i servizi di raccolta e invio delle rimesse e gestione del risparmio.
  • Definizione di prodotti di risparmio e di investimento da proporre alle comunità di ecuadoriani residenti in Italia.

In Ecuador:

  • Sensibilizzazione delle famiglie dei migranti nelle province, sull'utilizzo sostenibile delle rimesse.
  • Verrà effettuata una formazione sulla gestione e manutenzione degli impianti idraulici per garantirne un utilizzo corretto ed efficiente. Inoltre saranno organizzate sessioni di formazione sull'utilizzo razionale e sostenibile delle risorse naturali del territorio, attività di protezione delle sorgenti idriche e il recupero e il rimboschimento di aree degradate nelle vicinanze di tali fonti.
  • Attivazione di un Fondo Acqua per il co-finanziamento di progetti relativi alla riabilitazione o realizzazione di infrastrutture idriche di base (acquedotti per acqua potabile e sistemi di smaltimento di acque reflue) e sistemi di irrigazione nelle comunità di origine dei migranti (province di Azuay e Cañar).
  • Attivazione di un Fondo per lo sviluppo di attività produttive per il finanziamento di singoli produttori e di organizzazioni comunitarie o di base in cui confluiscano parte delle rimesse di migranti ecuadoriani in Italia, con l'obiettivo di sviluppare il tessuto economico-produttivo dell'area con ricadute in termini occupazionali.
  • Realizzazione di uno studio di mercato per l'esportazione di prodotti tipici richiesti dai migranti e volto anche a individuare possibili canali di distribuzione (mercato equo-solidale, rivendite di prodotti latino-americani ecc).

 

IMPATTO

Beneficiari

  • 50 associazioni di migranti ecuadoriani in Italia, appositamente censite nelle prime fasi del progetto
  • Almeno 20.000 persone raggiunte dalla campagna di sensibilizzazione.
  • 30 partecipanti in rappresentanza delle associazioni di migranti ecuadoriani in Italia coinvolti nei percorsi di formazione previsti dal progetto.
  • 5.000 persone delle comunità Azuay e Cañar che beneficeranno della costruzione e/o riabilitazione di infrastrutture idriche.

Un brillante risultato del progetto è rappresentato dalla nascita di ECQUITA, un gruppo di ragazze e ragazzi di origine ecuadoriana residenti in Italia tra Milano, Torino, Lodi e Genova che ha tra i suoi principi isipratori quello di promuovere una nuova idea di cittadinanza mondiale e di creare un dialogo tra identità, culture e generazioni.
ECQUITA è stata promossa da ACRA in collaborazione con l'Associazione Coopecuador, le associazioni FENA (Torino), USEI (Savona), Giovani senza frontiere (Genova) e Lazos Ecuatorianos (Lodi), con il sostegno della Fondazione Cariplo e della Fondazione Peppino Vismara, il patrocinio del Consolato dell'Ecuador a Milano e della SENAMI (Secretaria Nacional del Migrante, Italia).


 

sostenibilità

Il progetto mira a una sostenibilità di lungo periodo su 3 aspetti particolari:

  • In Ecuador, in collaborazione con i partners locali, è stato costituito un fondo per le attività produttive con supporto tecnico, la cui durata (fissata al momento in dieci anni) andrà ben oltre la conclusione del progetto.
  • In Italia, le attività di educazione finanziaria mirano a un effetto sul lungo periodo e a una trasmissione dei contenuti da parte delle associazioni, anche attraverso gli strumenti che verranno loro forniti e che rimarranno disponibili e fruibili.
  • Il modello 3, uno strumento integrato di trasferimento delle rimesse appoggiato dal sistema bancario (in Italia) e le istituzioni di microfinanza (in Ecuador), nel momento in cui entrerà in funzione, garantirà un utilizzo e un trasferimento del denaro in modo sostenibile, efficace e trasparente.

 

IL PROGETTO IN SINTESI

Valore complessivo:
1.838.895 €

 

Finanziatori principali:


cariplo

peppino vismara

Partner:
Cooperativa di Risparmio e Credito Jardin Azuayo
CECCA (Centro de Capacitatiòn Campesina del Azuay)
Coopecuador

 

Altri enti coinvolti:

CeSPI (Centro Studi Politici Internazionali)
Extrabanca S.p.A
Mitad del Mundo
SENAMI

 

 

oltre al progetto


>>> Firmati gli accordi per 4 impianti di acqua potabile 

>>> Guarda il blog ECQUITA realizzato dai giovani ecuadoriani in Italia

>>> 14 novembre 2012: una giornata davvero speciale per i ragazzi di Ecquita!

>>> Il teatro di strada per l'educazione finanziaria

>>> I servizi finanziari arrivano nelle comunità rurali del sud

>>> Milano, 11 novembre 2013: integrazione e cosviluppo, la nuova sfida della cooperazione