CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Iscriviti alla NEWSLETTER

mygrantour

 

ico educazione internapasseggiata migranteMygranTour: una rete europea di passeggiate migranti per conoscere la diversità culturale

 

DOVE

Italia (Torino, Firenze, Genova, Milano, Roma), Francia (Marsiglia, Parigi), Spagna (Valencia), Portogallo (Lisbona)

DURATA

Dal 1 dicembre 2013 al 31 luglio 2015

 

 mygrantour scopri il sito del progetto

 

CONTESTO

Questa iniziativa nasce nell’ambito della nuova Agenda Europea per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi, la quale sottolinea l’importanza della conoscenza e del rispetto reciproco delle diverse culture al fine di costruire una coesione sociale durevole nelle società di accoglienza dei migranti.
La proposta prevede la diffusione in Europa dell’iniziativa "Guide Migranti", già sperimentata a Torino con successo favorendo la partecipazione attiva dei migranti nelle loro aree di residenza migliorando l’interazione e le relazioni tra tutti i residenti. La creazione di questa rete europea di “Città Migrande” ha come idea centrale quella di offrire agli abitanti di alcune grandi metropoli europee dei “percorsi guidati di turismo responsabile urbano” che contribuiscano al dialogo interculturale. I migranti stessi saranno le guide di queste passeggiate cittadine accompagnando i visitatori alla scoperta della città da un punto di vista inedito, tra luoghi storici e quartieri che hanno rinnovato la propria identità grazie all’intreccio di molteplici culture, lingue, prodotti, cibi ed espressioni artistiche.

 

OBIETTIVI

Rafforzare l'interazione e promuovere il coinvolgimento delle comunità di migranti, basandosi sul rispetto reciproco, diritti, doveri e differenze culturali.


 

ATTIVITà

  • Ricerca partecipativa sui "Percorsi urbani interculturali " che permetta di comprendere il contributo della migrazione alla società di accoglienza e il valore della diversità culturale.
  • Identificazione di potenziali "guide " migranti e dei formatori del programma di formazione.
  • Una formazione sui "Percorsi urbani interculturali" da realizzarsi in ogni città coinvolta.
  • Creazione di una rete europea di "Percorsi urbani interculturali " in materia di immigrazione (MygranTour).
  • Promozione della campagna di comunicazione;
  • Creazione di contenuti e definizione del sito web " Percorsi interculturali urbani "
  • Definizione di moduli formativi e informativi sulla diversità urbana e culturale;
  • Avvio dei " percorsi urbani interculturali " a Firenze, Genova, Lisbona, Marsiglia, Milano, Parigi , Roma e Valencia.
  • Sistematizzazione della ricerca.
  • Percorso di formazione sui moduli pedagogici e informativi sviluppati.
  • Raccolta, pubblicazione e diffusione di buone pratiche e dei risultati della ricerca.
  • Conferenza finale a Bruxelles.

 

IMPATTO

Beneficiari:

I migranti provenienti da paesi terzi, i cittadini delle città coinvolte, studenti delle scuole primarie e secondarie, enti locali, organizzazioni della società civile che si occupano di migrazione.

 In particolare:


  • 180 cittadini di paesi terzi formati come guide migranti.
  • 100 studenti delle scuole primarie e secondarie per città (900 in totale) che partecipano ai “percorsi interculturali urbani” e ai moduli didattici sul tema della diversità culturale e delle migrazioni.
  • 300 cittadini europei (2.700 in totale) che partecipano ai “percorsi interculturali urbani”.
  • 50 migranti per città (450 in totale) che che partecipano ai corsi specifici volti a presentare i servizi pubblici locali rivolti ai migranti e alla scoperta delle culture locali.
  • 5 organizzazioni della società civile che si occupano di integrazione dei cittadini di paesi terzi e le associazioni di migranti (45 in totale) coinvolte nella ricerca partecipativa e nello sviluppo dei “percorsi interculturali urbani”.
  • 3 rappresentanti delle autorità locali e del territorio delle varie città (27 in totale) coinvolti nella ricerca partecipativa e nello sviluppo di "Percorsi interculturali Urbani", i quali parteciperanno anche alla conferenza finale di scambio di esperienze e buone pratiche.
  • Circa 250.000 cittadini europei di Italia, Spagna, Francia, Portogallo (1.000.000 in totale) raggiunte dalla campagna di comunicazione e  sensibilizzazione attraverso internet e mass media.

 


 

IL PROGETTO IN SINTESI

Valore complessivo:

515.835 €

 

Finanziatore principale:


ue   Commissione Europea

Partner:

  • Viaggi Solidali - Società Cooperativa Sociale ONLUS;
  • Oxfam Italia;
  • Baština;
  • Marco Polo Echanger Autrement (MPEA);
  • Associació Solidaritat Perifèries del Món (Perifèries);
  • Instituto Marquês de Valle Flôr;
  • Associação Renovar a Mouraria;
  • EARTH - European Alliance for Responsible Tourism and Hospitality

 

Altri enti coinvolti:

Città di Torino

 

 

oltre al progetto


>>> Migranti e turismo nelle città d'Europa

>>> Scopri il sito del progetto

>>> Festa della Donna a Milano con MigranTour in via Padova