CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Iscriviti alla NEWSLETTER

Concluso il 24° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina

00696 festival cover

Lunedì 12 maggio si è conclusa con successo la 24° edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina. Numerose le iniziative e gli eventi promossi da ACRA in collaborazione con il COE nella sezione Films That Feed.

Accanto alla proiezione di 11 film, quotidianamente sono stati organizzati incontri per riflettere sulle sfide dell'alimentazione e della sostenibilità, sull’importanza di tutelare l’agrobiodiversità, sul diritto al cibo e alla sovranità alimentare.

Mercoledì 7, la proiezione di God Save the Green è stata l’occasione per dialogare, con Michele Mellara (regista dell’opera) e Marco Grandi (funzionario dell’ufficio cooperazione e solidarietà internazionale del comune di Milano) della diffusione degli orti urbani quali spazi di sperimentazione di nuove forme di comunità. Milano, a un anno dall’Expo, intende impegnarsi per diventare una sorta di polo metropolitano dell’agricoltura urbana, conscio dell’importanza di gestire gli spazi pubblici in un’ottica di agricoltura civile e di progettazione partecipata.

Sabato pomeriggio il dibattito è continuato passando dalla teoria alla pratica: i partecipanti al workshop “costruirsi un orto sul balcone” hanno avuto l’opportunità di mettere le mani nella terra per provare, sotto la sapiente guida degli agronomi Carmen Mannocchia e Andrea Giro dell’associazione Dévelo, a sperimentare in prima persona le tecniche da seguire per crearsi un piccolo orto sul proprio balcone cittadino.

Tutela delle varietà di granelle, produzioni biologica a filiera corta del pane, gestione collettiva dei campi coltivati, azioni di resilienza nei confronti della cementificazione sempre più invasiva dei nostri territori, individuazione di modelli di consumo alternativi alla grande distribuzione, esperienze di gruppi di acquisto Solidale (GAS), importanza della creazione di reti tra consumatori, produttori e società civile: questi gli argomenti che hanno animato l’incontro “Problemi globali, soluzioni locali” condotto da Lella Sala di Spiga e Madia. L’evento è stato anche occasione per degustare dell’ottimo pane prodotto con lievito di pasta madre e cotto nel forno a legna, accompagnato da cioccolato ‘giusto’ proveniente dalla Repubblica Domenicana.

Domenica, all’evento “Cucinare con quinoa”, le donne dell’Associazione Proficua hanno portato il numerosissimo pubblico alla scoperta di piatti, ricette, curiosità e hanno svelato dei trucchi per cucinare la quinoa, un ingrediente dalla storia millenaria e da preziose proprietà nutrizionali e grande valore socio-economico per le comunità andine.

ACRA ha collaborato con il festival anche attraverso l’assegnazione di un premio, del valore di 1000€ per il miglior film della sezione di Concorso Extr'A. La giuria, composta da un membro di ACRA e dai ragazzi dell’associazione ECQUITA ha premiato quest’anno Dagmawi Yimer con il film “Va’ pensiero” ed ha assegnato due menzioni speciali ai film Il futuro è troppo grande, di Giusy Buccheri, Italia,i e a Striplife - Gaza in a Day, di Nicola Grignani, Alberto Mussolini, Luca Scaffidi e Valeria Testagrossa, Italia/Palestina La grande partecipazione del pubblico e riscontri positivi degli intervenuti ai vari eventi e incontri rappresenta un significativo risultato che, chiusa lunedì la 24° edizione, sta già portando ACRA e COE a progettare, insieme, la futura edizione.

00696 festival3
00696 festival 1
00696 festival 7
00696 festival 4
00696 festival 5
00696 festival 6

Leggi le altre news DI ACRA


bollino dona