CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Iscriviti alla NEWSLETTER

ACRA alla World Water Week 2014

00744 cover Con il riconoscimento da parte della Banca Mondiale dell’accesso all’acqua come bene comune e della sanitation come diritto universale e inalienabile, si è aperta il 31 agosto la World Water Week 2014, settimana mondiale dedicata all'acqua organizzata a Stoccolma dallo Stockholm International Water Institute.

Luogo d'incontro e crocevia per le questioni più urgenti riguardanti le risorse idriche del pianeta, la World Water Week è una piattaforma internazionale, aperta e dinamica in cui si riuniscono i principali attori del settore. 2500 tra esperti, istituzioni, manager e organizzazioni di tutto il mondo si sono incontrati dal 31 agosto al 5 settembre per condividere idee, strumenti ed esperienze e trovare soluzioni congiunte alle sfide idriche mondiali per i prossimi 5 anni.

Nel 2015, 700 milioni di persone (una su 10) non avranno accesso all’acqua potabile e 2 miliardi e mezzo di persone (una su 3) non avranno accesso a una latrina adeguata. Due terzi di queste persone abitano in 10 Paesi del mondo e si concentrano nelle aree rurali. Su queste disuguaglianze si concentreranno gli obiettivi della comunità internazionale e il prossimo traguardo del settore non sarà la riduzione del numero di persone che non hanno accesso all'acqua potabile ma Water & Sanitation for ALL.

Come? Adottando strategie mirate per ogni strato sociale e specifiche per ogni contesto. Acqua ed Energia sono stati il centro dell'agenda 2014 della World Water Week; i due settori, ormai riconosciuti a livello internazionale come interdipendenti. Per quanto riguarda l’acqua e l’energia la sfida è quella di fornire un’energia sostenibile che alimenti la crescita, la lotta contro la povertà senza esaurire la risorsa idrica. Tra i vari temi che sono stati al centro di analisi e discussioni, importante è stato quello di un nuovo approccio integrato tra i settori acqua, energia e cibo: il Nexus. Soluzione differente rispetto all’approccio più settoriale fin’ora perseguito, il Nexus prevede una gestione delle risorse naturali integrata e la sua forza risiede nel fatto che l'acqua, l'energia e il cibo sono concepiti come interconnessi.

00744 world-water-week00744 world-water-week-2

Mario Milanesi, responsabile del programma WASH di ACRA, chiarisce quanto partecipare alla World Water Week sia importante per la Fondazione: “Una delegazione di quattro persone di ACRA alla WWW è un grosso investimento per noi; le quattro persone che sono andate a Stoccolma rappresentano un po’ il nostro approccio a questo tema a dimostrazione dell’impegno e della responsabilità che caratterizzano da anni la nostra posizione. Abbiamo portato delle risorse umane che lavorano in Africa, in America Latina e in sede. Il presidente Nicola Morganti era con noi operatori, gestori di progetti e responsabili di settore. La presenza alla World Water Week ci ha permesso di capitalizzare competenze ed esperienze a tutti i livelli, non solo nella figura del responsabile tecnico che ha la necessità di agire sul campo. Per noi essere a Stoccolma alla Wolrd Water Week è stata un’occasione incredibile per apprendere e capire dove sta andando quella parte di settore con cui le ONG non sono in contatto, ad esempio i governi, l’industria e i potenziali donatori con cui è possibile sviluppare partenariati e alleanze che poi possiamo declinare nei Paesi in cui operiamo.

00744 world-water-week-delegazione

Occuparsi di acqua e sanitation vuol dire impegnarsi per garantire i diritti umani fondamentali alla salute, all'educazione, allo sviluppo economico e all'inclusione e su questo tema fondamentale ACRA ha deciso di investire il proprio futuro.


Leggi le altre news DI ACRA


bollino dona