CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Iscriviti alla NEWSLETTER

Festival Cinema Africano: ACRA assegna il premio EXTR’A

00860 cover

Sabato 9 maggio si è conclusa con successo la 25° edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina. ACRA ha partecipato alla serata finale assegnando due menzioni e un primo premio nella sezione di Concorso Extr'A, dedicata a film italiani che si confrontano con altre culture e con le tematiche dell’immigrazione.

La giuria, presieduta da Patrizia Canova di ACRA e composta da Nadyya Radchenko (Ucraina), Diana Carolina Leon Freire (Ecuador), Margarita Clement Missaglia (Argentina), Mariela Lara (Ecuador), Maria Luisa Gutierrez (Perù), Maria Eugenia Esparragoza (Venezuela): 6 donne di origine straniera che svolgono il ruolo di  accompagnatrici interculturali in passeggiate migranti e con cui ACRA collabora nell’ambito del progetto Migrantour, ha assegnato all’unanimità

il primo premio della sezione Extr’A

del valore di 1000 € a:
Looking for Kadija,
di Francesco G. Raganato, Italia, 2014

festivalcinemaafricano 5

con la seguente motivazione:

"Per l'originalità estetica che, contaminando fiction e documentario e mostrando allo spettatore anche ciò che avviene su un set cinematografico, riesce  a offrire un ritratto toccante dell’Eritrea di oggi e di ieri e a riportare con efficacia la storia e la  ricerca sociale attraverso una pluralità di volti donne. L'eccellente realizzazione descrive, con tocco leggero, ma profondo, la condizione femminile nell'Eritrea odierna, sia urbana che rurale, della quale si scoprono aspetti e realtà insospettabili.


due Menzioni speciali

festivalcinemaafricano 4

Sexy  Shopping, di Antonio Benedetto e Adam Selo, Italia, 2014

con la seguente motivazione:

"Il film mette in luce, con leggerezza, freschezza e simpatia, che trapelano nelle immagini, la tematica della migrazione, evidenziando la condivisione possibile tra persona filmata e regista. Grazie a un personaggio urbano ormai quotidiano, un venditore ambulante dotato di videocamera, si svelano molti aspetti della sua vita, del suo lavoro, viene descritto  in modo efficace e divertente il mondo notturno della città e le nuove forme di comunicazione nelle famiglie trasnazionali basate anche sull’utilizzo di nuove tecnologie".

Umudugudu! Rwanda 20 ans après, di Giordano Cossu, Italia,

con la seguente motivazione:

"Per il contributo a mantenere viva la necessaria memoria e a sollevare la questione morale su questo ed altri genocidi in luoghi lontani, sotto i riflettori solo nei momenti di massima crisi. Per il coraggio e la forza nel ricordare le pesanti conseguenze sui singoli, soprattutto i colpevoli, in un momento di estrema violenza nel continente africano e in  altre parti del mondo".


00860 1 00860 2
00860 3 00860 4

Per maggiori informazioni:

www.festivalcinemaafricano.org


Leggi le altre news DI ACRA


bollino dona