CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Iscriviti alla NEWSLETTER

educazioneeducazione

Accesso, qualità, educazione alla cittadinanza mondiale

 

Perché l'educazione

Nonostante i progressi attuati e il riconoscimento formale dell’educazione come diritto umano nella Dichiarazione Universale sui Diritti Umani del 1948 e nella Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza del 1989, sono ancora circa 57 milioni i bambini, di cui il 53% bambine, che non hanno accesso all’educazione primaria. Circa metà di essi vive nell’Africa centrale e occidentale e circa 28 milioni in aree colpite da conflitti in corso o recenti. Diritto negato anche a circa 63 milioni di adolescenti (12-15 anni). (Dati UNESCO/UNICEF gennaio 2015).

ACRA opera nel settore dell’educazione nella consapevolezza che si tratta di una componente fondamentale per contrastare le cause multifattoriali che generano la povertà e ogni forma di discriminazione. L’educazione riduce la povertà, favorisce la crescita economica e promuove la democrazia, la partecipazione civile, l’equità di genere. é un fattore decisivo per migliorare la società.

INTERVENTI ATTIVI

>>> A scuola di integrazione - Ciad

>>> Più reddito aiuta la scuola - Ciad

>>> Educazione civica e tolleranza - Ciad

>>> Diritto all'educazione nel Mandoul Occidentale - Ciad

>>> Ripartire restando - Azioni di contrasto alla dinamica migratoria - Senegal

>>> Andare a scuola è un'impresa...sociale - Tanzania

>>> Stone Town, un patrimonio da salvare - Tanzania (Zanzibar)

>>> La scuola comunitaria per l'educazione primaria - Zambia

>>> Diritto di futuro - Zambia

 

PROGETTI DI EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA MONDIALE >>>

INTERVENTI CONCLUSI

>>> Tessitura e cultura - Bolivia

>>> Rimesse per lo sviluppo - Ecuador

>>> Reti giovanili - El Salvador

>>> Diritto all'educazione a Bekamba - Ciad

>>> A scuola di democrazia - Ciad

>>> Educazione alla pace - Ciad

>>> Una rete tra l'Italia e il Punjab - Italia/India

>>> Punjab: la scuola incontra lo sviluppo - India

>>> Oltre la soglia - Italia/Europa

 

educazione01

Il focus d'intervento

Gli interventi di ACRA sono centrati sul rafforzamento dei sistemi scolastici per garantire l’accesso, la frequenza e la qualità dell’educazione attraverso un approccio integrato che comprende la costruzione e riabilitazione di strutture e infrastrutture, l’acquisto di materiali didattici, la formazione dei docenti, dei genitori e delle autorità locali, l’introduzione di tematiche innovative nei curricoli quali l’educazione ai diritti, ambientale, igienico-sanitaria e alla pace.

ACRA si occupa anche di alfabetizzazione degli adulti e del rafforzamento della componente educativa in progetti centrati su altre tematiche (risorse naturali, sovranità alimentare, cittadinanza), garantendo formazione tecnica, professionale e di consapevolezza civile. In Europa e in Italia ACRA promuove una cultura di pace e dialogo e percorsi di educazione all’intercultura e alla mondialità, intesa quale processo continuativo che coinvolge i cittadini nella conoscenza e comprensione dell’interdipendenza di fenomeni a livello locale e globale.

 

Come lavoriamo

educazione02Promuoviamo la ricerca e l’analisi di modelli di eccellenza che possano introdurre elementi di forte innovazione nel campo dell’educazione con l’obiettivo di influenzare positivamente il sistema pubblico dei vari paesi, di migliorare la qualità dell’educazione e di offrire la possibilità a studenti poveri di avere una buona qualificazione professionale che faciliti l’inserimento nel mondo del lavoro. Attiviamo campagne di sensibilizzazione con attenzione al genere affinché le persone coinvolte riconoscano di essere soggetti umani titolari di diritti e partecipino consapevolmente alla gestione e alla sostenibilità dei servizi educativi. Realizziamo numerosi progetti con comunità e associazioni di migranti presenti sul territorio italiano. Dalla promozione al diritto di cittadinanza, a corsi di alfabetizzazione finanziaria, al sostegno a piccole attività imprenditoriali e alla promozione dei migranti quali guide turistiche per percorsi alternativi nelle città.